Ville aperte in Friuli Venezia Giulia: il 1° maggio 13 dimore storiche aprono i battenti

Udine – Lunedì 1° maggio 2017 si terrà la tredicesima edizione di Ville Aperte in Friuli Venezia Giulia manifestazione istituita nel 2005 e promossa dai comuni di Buttrio, Manzano, Pavia di Udine, Pradamano, Premariacco e San Giovanni al Natisone che operano in gestione associata per le attività culturali e di promozione del loro territorio.

Ville Aperte è stata istituita nel 2005 per valorizzare il territorio e le sue meravigliose ville storiche. In Friuli e nella Venezia Giulia si contano circa trecento strutture fortificate e altrettante ville e dimore storiche che a seguito delle attività e della promozione degli ultimi anni, cominciano a essere conosciute non solo da un pubblico di specialisti.

La giornata è interamente dedicata alla riscoperta di alcune delle più belle dimore storiche del Friuli Venezia Giulia, che per l’occasione aprono in esclusiva le loro porte ai visitatori.

L’iniziativa, presentata oggi a Trieste dall’assessore regionale al Territorio Mariagrazia Santoro, dal vicesindaco del Comune di Manzano Lucio Zamò e dalla presidente dell’associazione Itineraria Maria Paola Frattolin, propone l’apertura di tredici ville storiche:

Casa Beltrame Peruzzi (Caminetto di Buttrio)
Parco di Villa di Toppo Florio (Buttrio)
Villa Dragoni Danieli (Buttrio)
Casa Forte Nussi Deciani (Case di Manzano)
Belvedere e Oratorio di Villa de Marchi Ottelio (Manzano)
Villa Romano (Case di Manzano)
Villa Agricola Pighin (Risano di Pavia di Udine)
Villa Frattina Caiselli (Percoto di Pavia di Udine)
Villa Caimo Dragoni (Lovaria di Pradamano – nella foto)
Villa Giacomelli (Pradamano)
Villa Ottelio (Pradamano)
Rocca Bernarda (Ipplis di Premariacco)
Villa de Brandis (San Giovanni al Natisone).

Alle visite si affiancano iniziative collaterali come concerti, attività didattiche per i bambini, mercatini, gite in carrozza trainata da cavalli, mostre e degustazioni di vini e di prodotti della gastronomia locale.

Numerosi agriturismi, trattorie e osterie con cucina hanno sposato l’iniziativa presentando dei menù a tema a prezzi turistici, per far sì che, nel loro fantastico “pellegrinaggio” di villa in villa, i visitatori possano concedersi una sosta ristoratrice.

L’iniziativa coinvolge numerose entità, oltre ai sei Comuni: le dimore storiche con il generoso impegno dei proprietari e dei loro collaboratori, i siti aperti nell’occasione e lo staff di 32 guide turistiche professionali che saranno presenti nelle ville a guidare con competenza e professionalità i visitatori.

Tutte le iniziative sono gratuite, lo sono le visite nelle ville, le attività per i bambini, i concerti, le mostre e alcune degustazioni. Le visite guidate sono previste ogni ora, a partire dalle ore 10:00 alle 12:00 e dalle 14:00 alle 17:00 . La manifestazione si conclude alle ore 18:00.

Nell’occasione sono visitabili, sempre con l’ausilio delle guide, alcuni siti di interesse storico quali in particolare l’Abbazia di Rosazzo a Manzano, la chiesetta di Risano a Pavia di Udine.

Informazioni sul sito www.villeaperte.it

Print Friendly, PDF & Email

Condividi