“Visti da Vicino”: annunciati gli spettacoli della nuova stagione del Teatro La Contrada

Trieste – “Visti da Vicino”, come annuncia lo slogan che accompagna la campagna abbonamenti del Teatro La Contrada di quest’anno, non si riferisce solo alla vicinanza fisica del palcoscenico alla platea che permette di non avvertire come distanti i volti degli attori protagonisti – Fabio Troiano, Luca Argentero, Moni Ovadia, Anna Galiena, Debora Caprioglio, Caterina Murino, Paola Gassman, Gaia De Laurentiis, Ugo Dighero, Angela Finocchiaro, Lino Guanciale, Ascanio Celestini, Debora Villa, Leo Gullotta, Gigi e Ross, Enzo De Caro, Rossella Brescia, Tosca D’Aquino, Roberta Lanfranchi, Martina Colombari – ma vuole richiamare quel senso di vicinanza, di intimità che il teatro e soprattutto La Contrada trasmette da sempre al suo pubblico con il desiderio di far sentire gli spettatori vicini e parte di questa grande famiglia. E tanto più spazio sarà dedicato ai giovani, ai quali proponiamo un nuovo abbonamento esteso fino a 30 anni, la Young Card, a prezzo vantaggioso per consentire di appassionarsi e di poter continuare a venire a teatro anche dopo l’Università. A questo punto non ci resta che alzare il sipario e augurarvi una buona visione”: con queste parole Livia Amabilino dà il via alla campagna abbonamenti della stagione 2019/2020.

Ha continuato Amobilino :“Una stagione importante quella che si apre oggi, dopo un’estate caratterizzata da due debutti nazionali, ricchissima di proposte nuove e sorprendenti che rendono evidente la strada imboc-cata da alcuni anni dalla Contrada di puntare sulla qualità e su una vi-sione aperta a quanto offre di meglio il palcoscenico nazionale. Prosa, commedia, genere noir, varietà, musica dal vivo, teatro di narrazione, intrattenimento, grandi nomi di attori e registi, quattro produzioni no-strane: ecco alcuni degli ingredienti di questa stagione 2019/2020 che si presenta con un nuovo cartellone ricco di grandi titoli e a cui si aggiunge uno spettacolo rosso in più rispetto agli anni precedenti per un totale di 29 spettacoli tra cui 13 suddivisi tra rossi e blu, e 16 spettacoli tra fuori abbonamenti e ospiti.

Tra i 13 titoli del nuovo cartellone – suddivisi fra spettacoli “rossi” e spettacoli “blu” come da tradizione – ben 4 sono produzioni firmate Contrada a partire dall’apripista della Stagione, in scena dal 18 al 23 ottobre: il nuovo spettacolo in dialetto triestino, il varietà musicale “Nuovo Cine Swarovski” scritto da Davide Calabrese, che ne cura anche la regia, con la mitica Ariella Reggio e gli attori della compagnia della Contrada, tra cui Marzia Postogna, Adriano Giraldi, Leo Zannier, Daniela Gattorno e Giacomo Seguglia. In scena la storia immaginaria della strampalata associazione del Fio della Debegnac, scelta per gestire un teatro prestigioso della città di Trieste: il fu Teatro Cristallo ora rinato con lo scintillante nome Nuovo Cine Swarovski. Unica condizione per l’affido della gestione, creare uno spettacolo che porti il dialetto triestino agli antichi fasti di un tempo, pena pagare di tasca propria le spese di produzione. Musiche originali dei Sardoni Barcolani Vivi, con gli arrangiamenti di Fabio Valdemarin, le scenografie e i costumi di Andrea Stanisci e le coreografie di Alberta Izzo. Recite straordinarie fuori abbonamento dal 25 al 31 ottobre.

Secondo appuntamento in stagione con lo spettacolo “La camera azzurra” di Georges Simenon e la regia della pluripremiata Serena Sinigaglia, interpretato da Fabio Troiano, attore popolare e sensibile di cinema e tv, e la giovane Irene Fabbri affiancati da Giulia Maulucci e Mattia Fa-bris. Tratto dall’omonimo romanzo pubblicato nel 1963, è una vicenda archetipica ove si mescolano sensualità, paura, pettegolezzo, omertà, tradimento e moralismo nello scenario di una provincia francese retriva e giudicante. Una storia permeata di eros e di noir che per la prima volta approda a teatro. Lo spettacolo si avvale delle scenografie di Maria Spazzi, vincitrice del Premio Hystrio Altre Muse, che per l’occasione ha immaginato un’ambientazione di grande impatto estetico ed emotivo. Lo spettacolo andrà in scena dall’ 8 al 13 novembre.

Dal 22 al 25 novembre appuntamento al Bobbio con “Otto donne e un mistero”, commedia thriller di Robert Thomas, un ingranaggio perfetto per sedurre lo spettatore contemporaneo ormai abituato alla nuova generazione di criminologia psicologica con quel valore aggiunto dei gran-di scrittori di saper dosare con maestria la comicità noir d’oltralpe, di fare emergere sfacciatamente la lamina sarcastica e comica della vita contro la morte. Ricco di suspense tutto ironico, la rappresentazione si avvale di otto donne diverse che rappresentano otto ruoli familiari e sociali diversi, otto mondi: madri, figlie, sorelle, amanti, cameriere e governanti interpretate da un gran cast di donne di talento. Grandi icone del teatro italiano e giovani attrici con già importanti esperienze alle spalle e qui molto ben amalgamate. Paola Gassman, Anna Galiena, Debora Caprioglio Caterina Murino, Giulia Fiume, Claudia Campagnola, Antonella Piccolo e Mariachiara Di Mitri dirette con grande sintonia da Guglielmo Ferro.

Dal 6 all’11 dicembre salirà sul palcoscenico l’affiatata coppia Gaia De Laurentiis e Ugo Dighero in “Alle 5 da me” di Pierre Chesnot con le musiche della Banda Osiris. Lo spettacolo, diretto da Stefano Artissunch, racconta i disastrosi incontri sentimentali di un uomo in cerca di stabilità affettiva e di una donna alla ricerca di qualcuno che le possa garantire una procreazione senza l’uso di provette. Protagonisti dello spettacolo sono cinque donne che corteggiano un uomo e cinque uomini che corteggiano una donna. Come spesso capita nella vita, quando si vuol incontrare qualcuno alla svelta si diventa poco selettivi, e così i due personaggi finiscono per trovarsi ad accogliere in casa figure davvero singolari e a tratti paradossali.

La campagna abbonamenti per la nuova Stagione della Contrada è iniziata martedì 3 settembre: tutti gli abbonamenti possono essere sottoscritti presso la biglietteria del Teatro (Via del Ghirlandaio, 12 • tel. 040.390613/948471 – orario: 8.30-13.00/15.30-18.30) o presso TicketPoint (Corso Italia, 6/c • tel. 040.3498276/3498277 – orario: 8.30-12.30/15.30-19.00). Il termine ultimo per riconfermare i posti della passata stagione scade venerdì 27 settembre.

Da lunedì 30 settembre saranno messi a disposizione dei nuovi abbonati i posti rimasti liberi. Dal 24 ottobre saranno in prevendita gli spettacoli Fuori Abbonamento (gli spettacoli con Moni Ovadia, Luca Argentero e Debora Villa sono già in prevendita).
Gli abbonamenti aziendali riservati ai soci di circoli ricreativi, associazioni convenzionate, sindacati e scuole si possono sottoscrivere esclusivamente sul posto di lavoro tramite gli incaricati aziendali.
Le formule di abbonamento a turno fisso rimangono due: un abbona-mento con tutti e nove gli spettacoli “rossi” oppure i nove “rossi” più i quattro spettacoli “blu”.
Confermati i diversi tipi di abbonamento a turno libero: il Carnet “Liberissimo” (non nominale, usufruibile da più persone, ricaricabile) per 9 o per 13 ingressi e le offerte per i più giovani. Riconfermate la “School Card” (per i ragazzi dagli 11 ai 19 anni). La “Young Card” sostituisce la University Card (ora per i ragazzi dai 20 ai 30 anni) per 7 spettacoli a scelta libera fra i tredici titoli in abbonamento. Anche quest’anno i geni-tori che accompagneranno i ragazzi con la “School Card” potranno usufruire di un “Accompagnatori School Card” che sarà nominativo e vali-do per la stessa replica a cui assisteranno i giovani spettatori.
Ritorna anche la proposta abbonamenti MINI (4 rossi, 2 blu e 1 fuori abbonamento), tre percorsi paralleli di sei titoli l’uno ad un prezzo davvero vantaggioso; si ripropone inoltre l’abbonamento MINI Coop Alleanza 3.0, riservato ai soli soci Coop Alleanza 3.0, con un percorso di 6 spettacoli rossi a un prezzo specialissimo.
Un’altra offerta riservata ai soli soci Coop è lo speciale Abbonamento EXTRA COOP, in vendita dal 17 ottobre, per i seguenti 3 spettacoli fuori abbonamento: “Dio Ride. Nish Koshe”, “Gli uomini vengono da Marte, le donne da Venere” e “Barzellette”.

La Contrada si avvale del sostegno del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e del Turismo e della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, del Comune di Trieste, della Fondazione CRTrieste, della Fondazione Kathleen Foreman Casali; e nella realizzazione delle sue attività può contare sulla collaborazione, tra le altre, di istituzioni importanti come l’Ente Regionale Teatrale, la Coop Alleanza 3.0, l’Università degli studi di Trieste.

Il programma completo lo trovate al sito www.contrada.it
Informazioni: 040.948471; contrada@contrada.it; www.contrada.it. Gli abbonamenti liberi possono essere acquistati anche on line sui siti contrada.it e vivaticket.it.
Credit Foto Luigi Cerati

Print Friendly, PDF & Email

Condividi