Con Alterati va in scena l’ultimo spettacolo per la sezione “I Fuoriclasse” al teatro dei Fabbri

Trieste -In scena al Teatro dei Fabbri giovedì 22 marzo alle 11.30 per la sezione “I Fuoriclasse”, rassegna di matinée dedicata alle scuole medie e superiori, lo spettacolo “Alterati” della Compagnia Prometeo, per la regia di Laura Curino.

Un attore, Michele Comite, in scena con un burattino in legno a grandezza naturale, attraverso la trasformazione di oggetti dà vita a più personaggi all’interno di una scenografia che simula il ferro arrugginito.

Le prime parole dello spettacolo sono dell’unico personaggio positivo della rappresentazione, un elettricista, aprirà e concluderà lo spettacolo con le parole: “Tutto quello che c’è da dire su droga, alcol, sesso è già stato detto. Noi non aggiungeremo altro, noi vi mostreremo solo come è andata”.

Ed è un’alba inquietante quella che apre lo spettacolo, l’alba di una qualsiasi giornata in un quartiere periferico e degradato. L’elettricista comunale, che deve porre rimedio alle solite devastazioni notturne, incontra, durante il suo lavoro, alcuni personaggi che hanno fallito nella loro vita abusando di sostanze e comportamenti nocivi per loro stessi e per gli altri: un tossicodipendente chiuso in casa e perduto tra bilancini e dosaggi, un ragazzo che ha smarrito il sogno di rivincita sulla madre, uno spacciatore che si è assunto il compito di mantenere la sua zona pulita dalle immondizie, un padre in seduta dallo psichiatra che racconta il segreto del rapporto con la figlia, la signora Maria dedita all’alcol, un giovane sottomesso ai social network, un uomo che al bar scommette sulla prossima fine del quartiere.

Per partecipare al concorso “Il Fuoriclasse” scrivere la propria recensione degli spettacoli della rassegna I Fuoriclasse a contrada@contrada.it. Il regolamento è indicato sul sito nella sezione dedicata. Biglietti unici per i matinée 8 euro.

 

Print Friendly, PDF & Email

Condividi