Giunge alla XXX edizione il festival “Alpi Giulie Cinema” dedicato alla montagna

Trieste – È giunta alla 30esima edizione la rassegna cinematografica dedicata alla montagna “Alpi Giulie Cinema”, organizzata dall’Associazione Culturale Monte Analogo, in collaborazione con Arci Servizio Civile. Il festival si apre il 4 febbraio al teatro Miela con la proiezione del film “Aliento” di Ulises Fierro.

Sette giornate, 19 produzioni (Italia, USA, Austria, Canada, Francia, Messico, Germania, Belgio, Afghanistan, Turchia, Paesi Bassi, Bangladesh, Polonia, Svizzera), vari ospiti, 2 premi (Scabiosa Trenta e Hells Bells) è in sintesi la straordinaria e originale offerta di emozioni proposta in questa edizione che, come sempre, inizierà a Trieste con proiezioni sia pomeridiane che serali nei mesi di febbraio e marzo.

Raccontare la montagna attraverso una visione “diversa e più realistica dello stereotipo della conquista, del rischio, dell’impresa o della spettacolarità dello sport”, ovvero anche attraverso una visione “legata agli aspetti sociali”. Questo l’obiettivo dell’edizione 2020 del festival, presentata il 30 gennaio.

Si passerà dall’arrampicata sportiva di Margarita Cardoso a Los Dinamos, Città del Messico (Aliento) alla spedizione di una squadra di alpinisti sulla Queen Maud Land in Antartide (Queen Maud Land), dal racconto di una vita da eremita sulle montagne norvegesi (Drommeland) all’attraversamento del fiume Colorado nel Grand Canyon con il kayak di Erik Weihenmayer (Weigh of Water).

I film saranno successivamente proiettati in altre località della montagna in Fvg, a Fiume (Croazia) e Isola (Slovenia).

Programma completo sulla pagina:

https://www.monteanalogo.net/blog/

Print Friendly, PDF & Email

Condividi