Rugby Udine, ultimi warm up prima dell’inizio

Udine – Un altro fine settimana di importanti verifiche per le formazioni bianconere. Alcune hanno avuto esiti più che lusinghieri, altre molto meno, ma non c’è da fare drammi. La stagione è lunga e il potenziale è buono. Tempo e qualità giocano a favore del progetto udinese. Sabato pomeriggio si è tenuto a Pordenone l’esordio stagionale ufficiale della formazione Under 14, che, in un triangolare tutto regionale, ha battuto nettamente il Venjulia Trieste, ma ha perso in maniera altrettanto netta contro i padroni di casa, che sono parsi superiori sia sotto l’aspetto fisico che su quello dell’organizzazione di gioco.
L’Under 16 di Robuschi e Bagolin (nella foto) ha vinto 25 a 24 la prima finale per l’accesso al girone Elite contro il Rugby Castellana. Il risultato è ingannevole in quanto l’avversaria è stata tenuta in partita solo grazie agli errori della stessa Rugby Udine. In pratica i giovani friulani hanno fatto e disfatto tutto da soli. Domenica prossima la partita di ritorno a Castelfranco Veneto.
Prima uscita stagionale per la Under 18, che comincia con il piede giusto e con una vittoria. Sull’erba dello stadio “Otello Gerli”, i bianconeri hanno vinto 56-12 l’amichevole con i pari età del Venjulia Trieste, risultato che fa ben sperare per l’esordio in campionato di domenica prossima contro il San Marco Mestre. Buono il gioco visto in campo, sia nelle fasi statiche che nel gioco aperto. Da segnalare l’ottima prestazione del tallonatore Ragogna e dell’estremo Toffolini, entrambi autori anche di due segnature personali. “La partita è stata sicuramente un buon test per capire a che livello siamo e su quali aspetti dovremo lavorare ancora in vista della sfida con il Venezia Mestre di domenica prossima”, ha commentato Alberto Comelli, da oggi capitano dell’Under 18 udinese.
Amichevole interessante anche per la squadra cadetta, che ha però impattato contro il Venjulia Rugby Trieste, neo promossa in serie B. Il primo tempo ha visto la compagine di casa resistere, mentre nella seconda parte i giuliani hanno dilagato. Una doppia sfida regionale, che cementa la voglia di entrambe le società di collaborare alla crescita del movimento rugbystico.
Infine domenica pomeriggio si è disputata sul campo di Montereale Valcellina, in una splendida giornata di sole e con una bella cornice di pubblico, la gara tra la Rugby Udine e la Rugby Tarvisium, vinta da quest’ultima per 49 a 7. Un risultato pesante, ma con molte attenuanti. La Rugby Udine è scesa in campo con una formazione sperimentale e senza molti titolari ancora infortunati. Il gioco di entrambe le squadre è stato molto gradevole; il risultato è stato determinato dai troppi errori udinesi in fase difensiva. Ancora sugli scudi il seconda linea Nicholas Gray, che si dimostra un giocatore molto interessante. Va segnalato l’esordio dei giocatori, classe 2000, Martinuzzi e Agbagnon. Fino a domenica 14 ottobre, quando la Rugby Udine esordirà a Colorno contro la favorita alla promozione, il tecnico Sgorlon avrà tempo di recuperare gli infortunati e sistemare la squadra.
 

Print Friendly, PDF & Email

Condividi