La grande storia raccontata dal vivo: a Trieste la rievocazione storica “Legiomania”. Le foto

Trieste – Rendere la cultura un piacevole racconto in cui non manca l’intrattenimento, non solo nel campo della scienza, ma anche in quello della storia.

Una formula di successo, come dimostra il favore che incontrano trasmissioni televisive come Quark, Ulisse e Voyager.

Lo scorso fine settimana, assieme a Trieste Next dedicata alla scienza, a Trieste è andata in scena “Legiomania” una spettacolare rievocazione storica dedicata alla Tergeste romana.

Il tutto nella suggestiva cornice del Museo d’Antichità, quest’anno intitolato – in onore dei 250 anni dalla morte – a J.J. Winckelmann.

Discesi nell’Orto Lapidario, i visitatori si sono ritrovati immersi nel mondo greco-romano in tutto il suo fascino e mistero. I vari figuranti, in costumi ricostruiti con rigore storico, hanno rappresentato i riti religiosi, militari e civili, così come i divertimenti, la musica, la medicina, la cosmesi, la condizione della donna, e l’alimentazione di allora.

La rievocazione ha proposto poi un focus sui gladiatori, dove è stata ricostruita la loro Schola armatorarum, per scoprire come si esercitassero e chi fossero veramente questi personaggi e quali ruoli ricoprissero nella fitta trama sociale romana.

Il numeroso pubblico ha potuto ammirare le armature dei gladiatori, seguirne gli esercizi e i combattimenti, che nella mattina di sabato si sono svolti nell’arena del Teatro romano.
Affollate anche le aree didattiche dedicate ai piccoli visitatori.

È stata anche l’occasione per visitare il Museo, le cui sale al pianoterra ospitano i materiali romani, accanto a quelli dell’antico Egitto; ai piani superiori i reperti della Grecia, della Magna Grecia, dell’Etruria, di Cipro e della preistoria dei territori intorno a Trieste.

Di seguito le foto, a cura di Stefano Savini:


La manifestazione, organizzata dal Comune di Trieste, Assessorato alla Cultura, Servizio Musei e Biblioteche, in collaborazione con la Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio del Friuli Venezia Giulia, è curata da Wavents, società di organizzazione eventi e servizi di Venezia.

Partecipano una cinquantina di rievocatori appartenenti a diversi gruppi:

L’Associazione Culturale SPQR opera dal 2004 ricostruendo spaccati di vita quotidiana dell’antica Roma, allestendo rievocazioni e mostre in musei e siti archeologici d’Italia e del mondo, ottenendo grande fama per aver organizzato spettacoli di combattimenti tra gladiatori e per la ricostruzione nel 2008 di una delle famose legioni imperiali, la Legio X Gemina Pia Fidelis Domitiana, con le armature e gli equipaggiamenti. In seguito si è creato il gruppo di senatori, matrone e patrizi, a completamento della popolazione della fine del I secolo d.C.

L’Associazione Cohors Veterana – Taberna Civilis, nata nel 2015, è un gruppo formato dall’unione di alcuni appassionati della rievocazione storica, attivi da molti anni, specializzati nell’addestramento militare che presentano didattiche sia militari che civili di alto livello qualitativo sul mondo romano.

La SFA (Società Friulana di Archeologia) nata nel 1989 come organizzazione di volontariato che raccoglie appassionati di archeologia e di storia antica. La Società si propone di salvaguardare, promuovere e valorizzare l’immenso giacimento culturale costituito dai beni archeologici, con particolare riferimento alle realtà regionali, con attività di comunicazione, ricerca e campagne di scavo. Al suo interno si è formato un gruppo appassionato di rievocazione.

Print Friendly, PDF & Email

Condividi