Generali: utile positivo ma in calo. Il Leone in cerca di nuove strategie produttive

Trieste – Il gruppo Generali registra nel primo trimestre un utile di 535 milioni, in calo del 9% dallo scorso anno.

I risultati del trimestre riflettono minori profitti di realizzo per 100 milioni e svalutazioni.

La società assicurativa si propone di passare ad una nuova strategia produttiva basata sulla gestione patrimoniale in campo assicurativo, per raggiungere entro il 2020 un risultato netto di 300 milioni l’anno.

Questa dovrebbe avvenire portando a 500 miliardi le attività di gestione assicurativa dei patrimoni, creando un gruppo di esperti all’interno della società, in grado di sviluppare nuovi prodotti e servizi di consulenza pensati in particolare per gli investitori più dinamici.

Si prevedono in particolare nuove soluzioni di investimento su misura per le aziende europee e prodotti di risparmio per i clienti privati.

Da questa scelta Generali si attende di incrementare di 150 milioni l’utile netto di gruppo.

Nel frattempo il risultato operativo è cresciuto del 4,2% a 1,2 miliardi. I premi sono oltre i 19,2 miliardi (-2,5%), con una salita nel settore danni (+1,9%) e un calo nel settore vita (-4,6%).

La nuova produzione in termini di premi annui diminuisce del 2,2%, a 1.225 milioni, mentre in valore sale del 33,3% a 463 milioni.

Nel trimestre Generali ha inoltre effettuato svalutazioni per circa 42 milioni di euro relative ai titoli Alitalia.

Print Friendly, PDF & Email

Condividi