Il pesista Mirco Zanni si candida ad un posto a Tokyo 2020

Pordenone – Mirco Zanni ha conquistato la medaglia di bronzo nella prova di strappo ai campionati europei assoluti di sollevamento pesi di Batumi in Georgia. Il portacolori del Gs Esercito, originario di Cordenons, nato e cresciuto come atleta nella Pesistica Pordenone (presso la quale continua ad allenarsi), ha sollevato 142 kg (nuovo record europeo Under 23). Un risultato importante, anche in considerazione del fatto che il portacolori dell’Esercito è sceso quest’anno di 2 kg di peso corporeo per passare dalla categoria -69 kg alla -67, nella quale dovrebbe avere maggiori chance olimpiche. Le sue prestazione sono però rimaste invariate. Nella prova di slancio ha “tirato” 163 kg in prima alzata, mentre nella successiva ha sollevato 167 kg, ma la sua azione non è stata giudicata valida per un’inezia dai giudici esterni. Se la prova fosse stata giudicata positivamente, avrebbe centrato il bronzo anche nel totale, invece ha dovuto cedere il terzo gradino del podio al georgiano Goga Chkheidze, che è ora il suo principale antagonista nella sfida alla qualificazione olimpica. In ogni caso anche Zanni, classe 1997, ha guadagnato punti preziosi nella gara verso Tokyo 2020.
Per qualificarsi ci sarà tempo fino a giugno del prossimo anno, ma nel 2019 ci saranno altri due appuntamenti importanti per mettere in saccoccia altri punti, il torneo di qualificazione olimpica di San Marino ad ottobre e i Mondiali in Thailandia a novembre.

Print Friendly, PDF & Email

Condividi