Traffico intenso in entrambe le direzioni sulle autostrade del FVG. Cinque incidenti lievi

Palmanova – Situazione in evoluzione sulla rete autostradale di Autovie Venete, dove i flussi di traffico non sono mai calati.

Si sono spostate le code e le congestioni: se durante tutta la mattinata è stata la A23 l’asse autostradale più sotto pressione (chiusa sabato 18 agosto dalle 10,00 alle 14 e 45 l’entrata di Udine Sud in direzione Trieste), con code che hanno raggiunto i 7 chilometri.

Nel pomeriggio i rallentamenti e le code a tratti hanno interessato la A4 in direzione Venezia. Sul tratto compreso fra Redipuglia e  Portogruaro, infatti, si sono sommati  i transiti in arrivo dalla A23 (nuovi vacanzieri diretti verso le spiagge) a quelli di rientro dalle ferie provenienti da Trieste.

La circolazione si è nuovamente intensificata dopo le 16,00 quando sono ripartiti i mezzi pesanti che erano fermi dalla 7 del mattino. Un flusso molto elevato di mezzi pesanti è in entrata da Coccau, mentre è meno intenso quello in ingresso da Trieste Lisert dove, alle 17 e 30 la coda di veicoli era comunque di 5 chilometri e interessava il tratto Sistiana-Barriera di Trieste.

Un traffico atteso, quello di sabato, in linea con le previsioni e quindi gestito senza difficoltà dalla task force di Autovie Venete che come sempre, nel fine settimana, vede più uomini e mezzi impegnati in strada. Aumentati anche i tecnici degli impianti in servizio e gli esattori.

Utilizzati anche oggi, a supporto del personale della Concessionaria, i cosiddetti “piazzalisti”, forniti da ditte esterne e formati proprio per lavorare sui piazzali dei caselli più frequentati.

Cinque, in tutto, gli incidenti registrati, per la maggior parte tamponamenti di lieve di entità di cui due accaduti in A23, due in A4 e uno in A34, risolti rapidamente grazie all’immediato spostamento dei mezzi incidentati. Un solo ferito lieve.

Numerosi i turisti austriaci e tedeschi che, da qualche anno, scelgono la seconda parte del mese di agosto e la prima settimana di settembre per le vacanze al mare.

Flussi di traffico molto elevati si sono verificati in arrivo da Tarvisio sulla A23, in direzione nodo di interconnessione A23/A4 fin dal mattino presto di sabato 18, che si sono via via intensificati, rallentando la circolazione.

Quando alle 9 e 45 la colonna di auto, caravan e roulottes ha raggiunto i 6 chilometri, Autovie Venete ha deciso di chiudere l’entrata di Udine Sud in direzione nodo Palmanova, per evitare che chi si immetteva si trovasse davanti a un muro di auto. Traffico estremamente intenso anche in A4, sia in direzione Trieste sia in direzione Venezia, con una temporanea congestione fra Latisana e il bivio A4/A23 a causa di un tamponamento fra 3 autovetture in corsia di sorpasso.

Soltanto un ferito lieve, ma il traffico è bloccato, in attesa del definitivo spostamento dei veicoli incidentati.

Code sono segnalate in uscita al casello di San Donà di Piave, in entrata al casello di Latisana mentre fra il nodo di Palmanova e San Giorgio di Nogaro, in direzione Venezia si registrano rallentamenti a causa di traffico intenso.

Le prime avvisaglie del forte incremento dei flussi, secondo le previsioni di Autovie, si sono avute già venerdì 17 agosto, con traffico intenso in A4 (direzione Venezia) e sostenuto verso Trieste, dove saranno possibili code e rallentamenti in entrata alla barriera di Lisert. Movimento di mezzi sostenuto anche sull’autostrada A57 Tangenziale di Mestre, in entrambe le direzioni di marcia.

Intenso, ma senza eccessive criticità il traffico in direzione Trieste.

Domenica 19 agosto traffico intenso per tutto l’arco della giornata e in entrambe le direzioni di marcia della A4 Venezia Trieste. Gli svincoli in direzione delle località balneari potrebbero essere interessati da rallentamenti e code, fenomeni attesi anche, in entrata, alla barriera di Trieste Lisert. In A57 Tangenziale di Mestre, in direzione Trieste, e sulla A23 Palmanova Tarvisio, verso Palmanova, è previsto traffico sostenuto in mattinata. Il divieto di transito per i mezzi pesanti sarà in vigore dalle 7,00 del mattino alle 22,00.

Autovie Venete, a chi risiede in Friuli Venezia Giulia e Veneto, consiglia di scegliere la viabilità ordinaria per raggiungere le località marine.

A fronte di flussi di traffico così elevati, come quelli attesi per i prossimi giorni, nonostante l’adozione di tutte le misure possibili per ridurre i disagi, le code e i rallentamenti difficilmente potranno essere evitati.

Print Friendly, PDF & Email

Condividi