Treni storici che passione: sulle rotaie verso i luoghi pasoliniani e la festa della zucca

Trieste – La Fondazione Ferrovie dello Stato, forte dei 600 chilometri di ferrovie storiche riaperte al pubblico, propone ogni fine settimana viaggi sulle carrozze restaurate degli anni dai Trenta ai Sessanta del secolo scorso.

Le vecchie linee costituiscono un vero e proprio “museo viaggiante” che la Fondazione FS Italiane preserva e valorizza tramite eventi a tema.

In Friuli Venezia Giulia, dopo i treni a vapore con carrrozze “Centoporte” da Udine a Trieste dedicati alla “Barcolana” e “Alla scoperta delle mele antiche” da Udine a Meduno, i viaggi continuano domenica 21 ottobre con “Viers Pordenon e il mont” – a Casarsa sulle tracce friulane di Pier Paolo Pasolini e domenica 28 con la Festa della Zucca, da Trieste a Venzone con la locomotiva a vapore.

Il percorso di domenica 21, operato da una locomotiva diesel e carrozze “Centoporte”, si snoda da Trieste a Casarsa della Delizia.

«Conosco il Friuli come primo luogo della vita, e il mistero della sua realtà mi è chiaro per diritto d’origine». Pier Paolo Pasolini ha marcato, con la sua presenza durante la stagione casarsese, molti luoghi ricchi di arte e di storia. Il percorso vuole aiutare a conoscere i luoghi di Casarsa della Delizia che hanno riferimenti espliciti nella sua produzione poetica.

Lungo strade asfaltate e viottoli campestri, in una continua ricorsa tra passato e presente, i passeggeri del treno scopriranno gli incanti artistici delle chiese di Santa Croce a Casarsa, Sant’Urbano a Runcis e  Sant’Antonio Abate a Versuta, oltre a toccare luoghi intimamente pasoliniani come il cimitero e la Loggia di San Giovanni.

Per finire, la visita di Casa Colussi-Pasolini, ora sede del Centro Studi Pier Paolo Pasolini. La visita sarà realizzata per gruppi. I luoghi pasoliniani posti all’esterno dell’abitato di Casarsa saranno raggiungibili con navette.

I viaggiatori potranno pranzare a Casarsa della Delizia presso i locali del centro storico. Durante il viaggio informazioni e approfondimenti di storia, tecnica e cultura ferroviaria da parte di componenti dell’Associazione Museo-Stazione Trieste Campo Marzio.

Tra le iniziative collaterali, una degustazione di vini al termine della mattinata, offerta dalla Cantina Sociale di Casarsa della Delizia.

Su alcuni treni è ammesso il trasporto delle biciclette al seguito.
Info e prenotazioni su: http://www.fondazionefs.it/

Print Friendly, PDF & Email

Condividi