Donna perita nell’incendio nell’udinese: si indaga su omicidio volontario

Udine – La Procura di Udine indaga per omicidio volontario, al momento a carico di ignoti, sul decesso dell’anziana trovata carbonizzata ieri mattina nella sua abitazione di Beivars, piccola frazione di Udine. La donna aveva un taglio alla gola. Lo ha rilevato il primo esame esterno eseguito dal medico legale Carlo Moreschi.

“La notizia del taglio alla gola fornitaci dal medico-legale inquadra la fattispecie in un omicidio volontario”, ha confermato il Procuratore capo di Udine Antonio De Nicolo.

Il pm Paola De Franceschi ha aperto ufficialmente un fascicolo con questa ipotesi di reato, a carico di ignoti.

“I contorni sono tutti da scoprire”, ha aggiunto il Procuratore. “Era per noi fondamentale preservare la scena del crimine incontaminata e raccogliere più elementi possibili”.

Nelle prime ore della mattina di sabato 27  gennaio i Carabinieri del Ris di Parma sono arrivati nella casa dell’anziana ed hanno analizzato con meticolosità e professionalità la scena del crimine.

L’autopsia sul corpo della donna sarà eseguita la prossima settimana.

Print Friendly, PDF & Email

Condividi